Galleria Il Battesimo

Maputo. Acqua, terra e spirito.

Benchè il Mozambico sia abitato da differenti etnie, ognuna con la propria lingua e le proprie peculiarità, un denominatore comune è certamente un’intensa vita spirituale. La vita dell’uomo sembra regolata da forze esterne, spiriti, antenati, demoni, etc… che ne determinano le scelte ed i comportamenti, la buona o la cattiva sorte, la salute o le malattie.
Le religioni autoctone tendono ad interpretare due spazi di vita. Quello interno al villaggio con i suoi componenti, la sua vita quotidiana, le regole di organizzazione sociale. Un mondo sorretto dalla “grande Madre” cui corrisponde l’ordine e la stabilità.
Lo spazio esterno del villaggio è il mondo dove abitano gli antenati, ma anche una varietà complessa di figure mitologiche, spiriti della foresta o di altra natura che possono possedere l’uomo e di cui egli serba, dall’infanzia, un ricordo terrificante e pauroso. Uno spazio disordinato, instabile, aggressivo.
I loro riti tendono a preservare o liberare l’uomo dagli spiriti “maligni”.
Il colonialismo con l’imposizione e il più recente caotico inurbamento con i suoi nuovi modelli culturali, hanno determinato una frammentazione delle credenze (nel nostro laboratorio su 27 allievi abbiamo 8 differenti confessioni religiose) ed una sorta di sincretico miscuglio tra animismo e nuove religioni, tra modelli e sensibilità arcaiche e quelli della cultura contemporanea post moderna.
È una religiosità semplice, intensa, spontanea e vissuta in ogni aspetto del quotidiano. Essa si esprime più che attraverso la verbalità delle preghiere o percorsi logico esistenziali, con la fisicità e la gestualità del corpo, soprattutto attraverso il ritmo e la danza: ogni rito, che può durare giorni, trascende nella musica e nella danza fino a trasformarsi in trance e risolversi in una catarsi collettiva.
I tanti riti del battesimo, tanti quante sono le numerose sette a radici cristiane, sono collettivi ed avvengono a contatto con la madre terra. Cominciano nella notte in riva al mare per entrare nella fase viva al sorgere del sole. Sono riti di purificazione ma anche taumaturgici e di esorcismo.
Due allievi del laboratorio di comunicazione A Mundzuku Ka Hina di Maputo, Albuquerque e Paulo, hanno realizzato un servizio fotografico sui riti del battesimo della “Igreja dos mandamentos de Zion”.

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo

Il battesimo