SIMIAO FALECEU

15589914_738354612987819_1194634326548437660_n

ESTA NOITE SIMIAO FALECEU. QUESTA NOTTE È MORTO SIMIAO.
Una telefonata di prima mattina da parte di Lazaro, una frase scarna che non lascia spazio ad altre parole se non un silenzio pietrificato.
Simiao era un nostro allievo intelligente e volenteroso ma con poche possibilità economiche. Solo 3 anni fa piangeva, in senso reale poiché non aveva da dar da mangiare alla sua figlioletta. Gli abbiamo dato una mano, una piccola mano anche in quella direzione.
Simiao, dopo aver iniziato i nostri corsi stimolato ed incuriosito da questo nuovo mondo che gli si apriva davanti, era solito andare all’università dove poteva collegarsi con il computer che gli avevamo dato in dotazione, ad internet free. Passava le giornate approfondendo ciò che gli avevamo insegnato, scaricava tutorial, apprendeva programmi nuovi etc…
Dietro un piccolo compenso ma soprattutto come stimolo e training formativo per lui che aveva difficoltà ad esprimersi, durante i nostri periodi di assenza, gli affidammo il compito di insegnare grafica agli allievi più giovani, di farli esercitare, di condurre la classe durante le lezioni a distanza.
2 anni fa è arrivato in laboratorio con un largo sorriso di soddisfazione. Ce l’aveva fatta, era riuscito, anche e soprattutto grazie alla sua caparbia volontà, a scalare una montagna che per chi è nato nel Bairro, sembrava impossibile! Aveva trovato lavoro presso uno studio di video e grafica molto importante a livello nazionale.
Quello stesso Natale arrivò orgoglioso con un diploma: la ditta, benchè fosse solo l’ultimo arrivato, l’aveva premiato come melhor trabalhador, miglior lavoratore dell’azienda. Quest’anno faceva come secondo lavoro l’insegnante in corsi di video: riesco a guadagnare 30.000 MT al mese mi aveva confessato. Più di un medico.
Aveva comprato un terreno dove costruire la casa per se e la sua “namorada”, innamorata, ed ora si voleva iscrivere al nuovo corso di digital art dell’università e stava studiando matematica sotto la direzione di Lazaro per sostenere l’esame di accesso.
Ed ho pensato alla sua timidezza iniziale, alla sua incapacità di esprimersi in modo appropriato ed alla sua dedizione, alla sua passione e forza di volontà. Un esempio positivo in una realtà disastrata.
La prossima settimana, durante il periodo di ferie avrebbe cominciato a spiegare ai suoi colleghi del laboratorio il programma di editing video.
L’anno scorso è venuto a visitarci con la sua nuova auto, in realtà di seconda mano, testimonianza concreta che ce l’aveva realmente fatta e fiero di sè mi ha invitato a fare un giro e poi anche tutti i suoi colleghi del laboratorio. Quella macchina penso fosse per lui il simbolo di un affrancamento, qualcosa che andava oltre l’oggetto in sé. Il coronamento di un sogno.
Quella stessa macchina, motivo di grande orgoglio e soddisfazione, l’ha portato in una notte d’ estate fuori di una curva, lì dove non si può più tornare.
Oltre che la stretta al cuore mi ha preso un senso di assurdo.
Simiao era riuscito, con tanti sacrifici, in un ambiente ostile, ad afferrare il sogno di una vita…. Solo il tempo di toccarlo ed è svanito… 15590669_738358036320810_497828070034268497_n

15492502_738357652987515_864313605997796494_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *